Per questo mi chiamo Giovanni di Luigi Garlando

by - maggio 23, 2017

Buongiorno cari lettori,
questa mattina sono qui per parlarvi di un libro molto breve scritto per ragazzi ma che tutti, grandi e piccoli, dovrebbero leggere. Il libro in questione è Per questo mi chiamo Giovanni di Luigi Garlando, con altre colleghe blogger abbiamo deciso di scegliere questa lettura per Il maggio dei libri che si occupa di sottolineare l'importanza della lettura all'interno della società e siccome quest'anno uno dei filoni è legato alla legalità ed inoltre ricorre il 25° anniversario della morte di Giovanni Falcone la scelta è caduta su questo libro che racconta la sua vita. 

Titolo: Per questo mi chiamo Giovanni
Autore: Luigi Garlando
Editore: Rizzoli
Genere: Biografia
Pagine: 154
Data di pubblicazione: 21 marzo 2012
Prezzo eBook: 6.99 euro
Prezzo cartaceo: 9.78 euro

Sinossi:

Giovanni è un bambino di Palermo. Per il suo decimo compleanno, il papà gli regala una giornata speciale, da trascorrere insieme, per spiegargli come mai, di tutti i nomi possibili, per lui è stato scelto proprio Giovanni. Tappa dopo tappa, mentre prende vita il racconto, padre e figlio esplorano Palermo, e la storia di Giovanni Falcone, rievocata nei suoi momenti chiave, s'intreccia al presente di una città che lotta per cambiare. Giovanni scopre che il papà non parla di cose astratte: la mafia c'è anche a scuola, nelle piccole prepotenze dei compagni di classe, ed è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi. Anche se ti chiede di fare delle scelte e subirne le conseguenze. Con la prefazione di Maria Falcone e un'intervista all'autore. 
Giovanni è un bambino di dieci anni che vive a Palermo, per il suo decimo compleanno suo padre gli regala una giornata speciale attraverso la quale scoprirà perché si chiama proprio Giovanni e girando per la città e con il racconto di suo padre imparerà chi era Giovanni Falcone e che cosa ha fatto di importante per la città che amava. Capirà che la mafia esiste davvero, ovunque, che ogni volta facciamo finta di non vedere le cose brutte che accadono facciamo crescere quel mostro che si nutre di malvagità travestita da bontà. Il piccolo Giovanni capirà che la mafia c'è anche a scuola, dove Tonio, un ragazzino prepotente si approfitta dei più deboli. La storia di Giovanni Falcone che ha lottato fino all'ultimo contro la mafia, che ha cercato di salvare la sua città mostrando al mondo che a Palermo non sono tutti mafiosi, che c'è chi è costretto a subire per non perdere la vita, l'attività e per salvaguardare i suoi famigliari. Falcone ci ha dimostrato come non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, come si può combattere l'illegalità nei piccoli gesti, smettiamo di dire "Non so niente" quando invece sappiamo bene cosa è accaduto, non dobbiamo temere di denunciare. Il piccolo Giovanni capisce l'importanza di tutto questo e sa che Simone non è caduto per sbaglio dalle scale, sa che è colpa di Tonio che l'ha spinto perché Simone aveva detto "basta". E allora Giovanni capisce che è giunto il momento di farsi coraggio, bisogna combattere per ciò che è giusto. 

La storia di Giovanni Falcone deve essere da esempio per tutti, informate i bambini, dite loro che cosa è la mafia, perché si può vincere, si può combatterla ma bisogna essere coscienti di ciò che rappresenta fin da piccoli perché solo così non si corre il rischio di lasciarle degli appigli, dei nuovi "uomini d'onore" da formare. 
Il libro è scritto per ragazzi ma la storia è trattata con così tanta delicatezza e solennità che dovrebbe essere letta anche dagli adulti che forse, per come vanno le cose al giorno d'oggi, abbiamo un po' dimenticato che cosa significa Giustizia.

I miei giudizi 
STORIA:★★★★★/5 
STILE:★★★★★/5 
COPERTINA:
★★★★★/5 

VOTO FINALE: 
★★★★★ /5
Alla prossima,


You May Also Like

0 commenti