lunedì 3 aprile 2017

Di impossibile non c'è niente di Andrea Vitali

Ed eccoci qui con un'altra fresca recensione di un libro che ho appena terminato di leggere per la challenge delle Laure con un po' di fretta per cercare di completare gli obiettivi in tempo! 
Grazie proprio alla challenge ho avuto modo di leggere Di impossibile non c'è niente di Andrea Vitali, un libro davvero carino che consiglio a grandi e piccini!






Titolo: Di impossibile non c'è niente
Autore: Andrea Vitali
Editore: Salani
Genere: Libri per bambini e ragazzi
Pagine: 156
Data di pubblicazione: 20 novembre 2014
Prezzo eBook: 6.99 euro
Prezzo copertina rigida: 8.50 euro
Prezzo copertina flessibile: 10.97 euro

Sinossi:

Proprio davanti alla casa del bambino Gelso c'è un bosco meraviglioso, dove i pupazzi di neve resistono per giorni, nascono certe fragoline insapori ma bellissime e gli alberi vegliano sui cespugli. Ma adesso il bosco è in pericolo: vogliono abbatterlo per costruirci case, altre case e ancora case, come se non fossero abbastanza quelle che stanno soffocando impietose la natura tutt'intorno. Per Gelso c'è solo una speranza, scrivere una lettera agli unici che conoscono bene il valore delle cose semplici, quelle che sanno fare la gioia dei bambini: i personaggi della tradizione. Ma i tempi sono cambiati, e i Sette Nani, il Topolino dei Denti, la Cicogna che Porta i Bambini, Babbo Natale e tanti altri hanno ormai scelto di ritirarsi, dimenticati da tutti, a respirare l'ultima aria buona nel tranquillo ospizio Vistalago. Riuscirà il richiamo disperato di un bambino a far scattare in loro l'antico orgoglio? C'è veramente ancora spazio per loro in un mondo tecnologico in continuo cambiamento? Una favola moderna, allegra e delicata, ma che tocca anche temi profondi come l'importanza della tradizione e dell'amore per la natura.
 

Gelso è un bambino che ha un desiderio particolare e diverso da molti altri bambini: vuole salvare il bosco che sta di fronte alla sua casa e nel quale si diverte a giocare insieme ai suoi amici, desidera impedire che venga abbattutto e al suo posto vengano costruite altre case ma come fare? L'unico in grado di aiutarlo è Babbo Natale! Pertanto i suoi amici, Melo e Pero, lo convincono a scrivere una letterina a Babbo Natale corredata di piantina in modo che il Babbo possa trovare il posto giusto ma c'è un problema! Babbo Natale così come tutti gli altri personaggi del Natale e dell'infanzia è ormai in pensione e vive all'Ospizio Vistalago perché ormai di lui i bambini non hanno più bisogno! Aveva espressamente richiesto che tutte le lettere destinate a lui non venissero più recapitate ma la lettera di Gelso era diversa e il postino Mercurio si sentì obbligato a consegnarla perché portava la dicitura "A Babbo Natale, ovunque egli sia!" una volta trovato il coraggio di leggere quella letterina il Babbo pensò, a malincuore, che fosse un desiderio impossibile da esaudire ma le sue fidate amiche renne gli faranno cambiare idea e quando all'improvviso anche tutti gli altri personaggi amati dai bambini, la Befana, la Cicogna, il Topolino dei denti, i Re Magi e i Sette Nani saranno pronti a dar una mano al Babbo il desiderio di Gelso vedrà la luce. 

Questo libro è una piccola favola che scalda il cuore dei grandi e dei piccini e al tempo stesso ci fa riflettere e comprendere che nella vita, con un po' di impegno, anche ciò che ci appare impossibile può essere realizzato. Lo stile di Vitali è impeccabile, semplice e delicato e può essere apprezzato non sol dai bambini ma anche dagli adulti perché questa non è la classica favoletta che si legge ai bambini solo per farli addormentare ma contiene una morale che va colta e compresa. Leggendo questa poche pagine mi sono immaginata mamma mentre mio figlio ascolta con attenzione le imprese di Babbo Natale e al tempo stesso questa storia accresce il legame che unisce un figlio al proprio genitore, non ho mai avuto la possibilità di sentire favole raccontate dai miei genitori quando ero piccola ma credo che questo sia un momento di forte emotività e questo libro ha scatenato in me il desiderio di dare un giorno a me e al mio bambino la possibilità di vivere questo legame profondo e conservarne poi il ricordo nel mio cuore.

I miei giudizi
STORIA:★★★★/5
STILE:★★★★/5
COPERTINA:
★★★★/5

VOTO FINALE:

★★★★ /5
 
 

Nessun commento:

Posta un commento